Maurizio Nobile

Maurizio Nobile opera nel settore antiquario da quasi trent’anni dedicandosi alla ricerca e alla scoperta di dipinti, mobili e oggetti d'arte di artisti italiani o attivi in Italia dal XVI al XX secolo.
Forte delle innumerevoli esperienze e collaborazioni con stimati colleghi ed esperti d'arte di fama nazionale e internazionale, dal 1987, Maurizio Nobile si dedica con passione e professionalità alla ricerca di opere d'arte d'eccezione. Incessante desiderio e ricerca del "bello"; questo il proposito che ispira e scandisce nel quotidiano il lavoro di Maurizio Nobile.
Da sempre guidato nelle sue scelte da uno spirito cosmopolita e spronato da una crescente notorietà, nel 2010 Maurizio Nobile apre una seconda sede a Parigi.
In parallelo alla partecipazione a prestigiosi saloni in Italia e all’estero come la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze o Paris Tableau, Maurizio Nobile propone nelle sue gallerie un ricco calendario di mostre corredate di cataloghi redatti in stretta collaborazione con i più importanti esperti e storici dell’arte.
Appuntamenti annuali in cui sono presentati gli esiti delle sue ricerche, a volte delle riscoperte, altre delle assolute novità per il mercato dell’arte.
L’attenzione scrupolosa allo stato di conservazione e alla qualità delle opere è ragione principale della fiducia e della stima di cui Maurizio Nobile gode presso collezionisti, esperti e conservatori di musei italiani e stranieri. Ispirare e accompagnare il collezionista nelle sue scelte è fra i punti di forza unanimemente riconosciutogli.

Bologna
Read more
Read more

Inaugurata nel 1999, si trova all'interno del complesso di edifici che compongono il palazzo Bovi-Tacconi, nell'incantevole cornice di uno dei luoghi più affascinanti di Bologna, la piazza Santo Stefano, meglio nota col nome di piazza delle Sette Chiese.
Il nucleo più antico del palazzo, un tempo appartenuto alla famiglia bolognese dei Beccadelli (fine XIII sec.), è costituito da un palazzetto, vero e proprio gioiello dell'arte gotica, edificato originariamente nel 1420. L'affaccio sulla piazza è poi segnato da un altro pregevole edificio rinascimentale dell'inizio del XV secolo che risente del gusto architettonico di Biagio Rossetti.
È al civico 19 di questo tratto della piazza bolognese che si apre l'ingresso della galleria.
Divisa su due piani e distribuita su di una superficie di circa 400 mq, si compone di una continua successione di corridoi e stanze nelle quali Maurizio Nobile fa convivere assieme dipinti, sculture, oggetti d'arte, mobili di stili ed epoche differenti, secondo un gusto eclettico sempre raffinato ed elegante.
Una prerogativa, quest'ultima, che trasforma anche una semplice visita in un'incantevole esperienza alla scoperta del bello.
Nel 2008 la galleria viene ingrandita incorporando al piano superiore gli spazi un tempo appartenuti allo storico studio fotografico del fratelli Villani. Nasce il "Loft Maurizio Nobile", un prolungamento della galleria e al contempo uno spazio a sé stante destinato ad accogliere esposizioni sia d'arte antica sia contemporanea.

Laura Marchesini

Si laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l'Università di Parma con una tesi dal titolo Insediamenti medievali tra il Reno e il Panaro con il prof. Gianluca Bottazzi.
Nel 2005 consegue il Diplôme de recherche appliqueé (DRA) presso l'Ecole du Louvre di Parigi con una tesi su L'état de la recherche sur le dessin de Leonello Spada con Catherine Loisel conservatore del Musée du Louvre.
Nello stesso periodo collabora alla realizzazione di sette mostre sul disegno italiano del XVII e XVIII secolo per il Museo del Louvre, occupandosi di ricerche storico-documentarie sulle scuole pittoriche lombarda e veneta; riceve inoltre un incarico annuale presso la biblioteca dell'Institut National d'Histoire de l'Art (INHA) di Parigi. Dal 2007 al 2009 collabora con il Museo di Arte Sacra di S. Giovanni in Persiceto (BO), presso il quale nel 2008 coordina la mostra sui Corali miniati di Niccolò da Bologna (Niccolò di Giacomo di Nascimbene, 1325-1403).
Sotto la direzione della prof.ssa Gisella Cantino Wattagin e per conto della Curia Vescovile di Reggio Emilia, riceve nel 2008 l'incarico di effettuare ricerche d'archivio sulle vicende strutturali della Cattedrale cittadina.
Fa parte di un progetto di ricerca, sotto la responsabilità del professor Enrico Morini, presso il Dipartimento di Paleografia e Medievistica dell'Università di Bologna. Entra a far parte dell'equipe di Maurizio Nobile nel gennaio 2010.
l.marchesini@maurizionobile.com

Parigi
Read more
Read more

È all’occasione dell’annuale appuntamento del Nocturne Rive Droite che, nel giugno 2010, Maurizio Nobile apre la sede internazionale della sua galleria; città prescelta, Parigi, metropoli da sempre sentita affine e prossima alla propria sensibilità. Situata al 45 di rue de Penthièvre, nel cuore del cosiddetto "triangolo d'oro" della Rive Droite, all'incrocio col Faubourg Saint Honoré, la galleria inaugura ufficialmente nel settembre dello stesso anno con una mostra dedicata a uno dei rappresentanti di punta del Realismo Magico statunitense, Jared French, incontrando da subito l'entusiasmo di collezionisti, studiosi e appassionati d'arte.
Destinata in prevalenza ad accogliere le collezioni di pittura, col suo solito gusto eclettico sempre raffinato e garbato, Maurizio Nobile non tralascia di far conoscere ad un platea internazionale la sua grande vocazione per il disegno e per la fotografia.
È a queste specifiche categorie artistiche che si sono avvicendate in galleria una variegata sequenza di mostre tematiche che hanno ottenuto l’ampio consenso di pubblico e critica; da Rêve d'Italie, dedicata al paesaggio italiano nella pittura tra XVII e XIX secolo e oggetto di una conferenza presso l’Istituto di Cultura Italiano a Parigi nell’ambito dei festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia; Fior di Barba, una mostra tematica dedicata al virile ornamento, e ancora, Fedeltà e Tradimento, Fine o Rinascita?, La Magia del Disegno e le sue successive edizioni fino alla contemporaneità delle fotografie di Ronald Martinez e Michele Alassio.

Davide Trevisani

Si laurea in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università di Bologna sotto la guida di Mauro Lucco e Daniele Benati, con una tesi monografica sul pittore ferrarese Giovanni Battista Benvenuti, detto l'Ortolano. I suoi ambiti di ricerca prediletti vertono soprattutto sulla scuola pittorica ferrarese e bolognese di XV, XVI e XVII secolo.
Altri contesti d'interesse sono la pittura toscana del Cinquecento, la scuola genovese di XVII secolo e quella lombarda fra XVI e primo XVII. Parallelamente agli studi, si è occupato dell'ideazione e della produzione di rassegne espositive rivolte in particolare al settore dell'industrial e dell'interior design svoltesi in differenti sedi nazionali ed internazionali. Assieme a rinomati professionisti, ha collaborato al product management di alcuni brand di settore.
L'esperienza pluriennale svoltasi alle dipendenze del Gucci Group gli ha permesso, anche per merito di dislocamenti in Italia e all'estero, di affinare le capacità di sale management.
Entra a far parte dell'equipe di Maurizio Nobile nel gennaio 2010 occupando il ruolo di responsabile della sede di Parigi.
d.trevisani@maurizionobile.com